LIFESTYLE
Rolls Royce Wraith; sinfonia notturna
Scritto il 2016-02-19
da Matteo Morichini
su
Come muoversi

Fonte: Mauro Crinella

Una sinfonia notturna nella città eterna; un servizio dedicato all'estetica della sublime Rolls Royce Wraith con il Quirinale e la Consulta sullo sfondo. Eleganza alla stato puro per celebrare uno delle produzioni più speciali (e costose) del nuovo millennio.

Fonte: Mauro Crinella

Gli interni della Wraith

Gli interni della Wraith

Roma è la città delle Smart e degli scooter; mezzi di locomozione diametralmente opposti ad una fastback d'autore lunga cinque metri abbondanti e spinta da un ciclopico V12 da 6.6 litri e 632 cavalli - la Wraith è la produzione più potente e veloce nella storia della casa di Goodwood - per scattare da 0 a 100 in 4.6 secondi nonostante i 2.360 kg di peso.

Fonte: Mauro Crinella

Un capolavoro di V12

Un capolavoro di V12

Come da tradizione Rolls, le prestazioni sono comunque subordinate al comfort e la qualità complessiva dell'esperienza. La Wraith può essere fulminea senza però mai trasmettere urgenza e in qualche modo, gli 800 newton metri di coppia si traducono una spinta fluida, leggiadra, silenziosa e mai aggressiva.

Fonte: Mauro Crinella

La Wraith e il Quirinale al tramonto

La Wraith e il Quirinale al tramonto

Altro aspetto che lascia a bocca aperta è il modo con cui la Wraith assorbe le asperità dell'asfalto; da questo punto di vista nessuna macchina (fatta eccezione per le altre produzioni di Goodwood) è più comoda della fastback inglese sullo scalcinato manto stradale di Roma; che è una sorta di aristocratico tappeto volante dove ci si sente completamente rimossi e protetti da ogni agente esterno.

Fonte: Mauro Crinella

Spirit of Ecstasy

Spirit of Ecstasy

E cosa dire della celebre statuetta "Spirit of Ecstasy" che spunta - al tocco di un pulsante - dal cofano o delle finiture in piano black dell'abitacolo e anche degli ombrelli incastonati nelle portiere che si aprono al contrario? La Rolls Royce Wraith è speciale in ogni elemento, angolo e dettaglio. Come la città eterna illuminata dalla luna.   

Fonte: Torsten Mess

Rome by night

Rome by night

Osservare Roma attraverso gli occhi increduli e sognanti dei turisti stranieri ci ricorda non solo quanto speciale sia la Capitale, ma anche che grande privilegio abbiamo noi italiani ad avere a pochi passi (o a poche ore di macchina) la monumentale, struggente bellezza della città eterna. Che ha sicuramente una marea di problemi e inadempienze (dagli aeroporti al trasporto pubblico, dalla viabilità allo stato delle periferie) nei confronti dei suoi cittadini, ma che per quanto riguarda il centro storico, ed anche in termini di arte, architettura e armonia complessiva, non ha davvero nulla da invidiare a nessuna città del mondo. Le foto di questo articolo, scattate da Torsten Mess in una luminosa serata di metà Ottobre, sono un omaggio a Roma ed un invito a riscoprirla a piedi, di notte, quando la magia della Capitale è davvero senza eguali.

Viaggi - Ontheroad

Il palazzo delle Scuderie del Quirinale è stato costruito tra il 1722 e il 1732, all'incirca in un decennio. Attualmente è la sede culturale e il polo museale più vincente della capitale, grazie alle moltissime mostre che propone sempre, relative ad artisti importanti dello scenario artistico italiano ed europeo. Contestualizzate in un arredamento urbano a dir poco suggestivo, le Scuderie del Quirinale sono abbracciate dalle statue dei Dioscuri e dall'obelisco ottocentesco, dal meraviglioso tempio romano di Serapide e dal muro che cinge il bellissimo giardino Colonna. Si parla di un'ampiezza che ha all'incirca 3.000 metri quadrati divisi per più piani che danno vita a tutte le stanze espositive, più gli spazi dedicati al relax, come per esempio una caffetteria, una libreria, un negozio di oggetti/souvenir e diverse iniziative dedicate alle attività didattiche o ricreative che accompagnano di volta in volta le diverse mostre. Un importante e significativo restauro che è stato compiuto tra il 1997 e il 1999 dall'architetto Gae Aulenti, ha permesso all'intera struttura di godere di ampio respiro espositivo. Durante le diverse iniziative, infatti, ora la distribuzione degli spazi gode di una possibilità di scelta senza pari negli anni scorsi. I visitatori di solito rimangono estasiati dalla vista: guardare Roma dal punto più alto dei sette colli è un'esperienza unica e la vetrata permette comunque di sentirsi sempre avvolti da una magia senza pari. Prezzo per il biglietto: intero 12 euro, ridotto 9,50, gratuito per i bambini fino ai 6 anni. Orari: tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 10:00 alle ore 20:00, venerdì e sabato fino alle 22:30. Dove: via XXIV maggio 16, Roma.

Viaggi - Comunicablog