LIFESTYLE
L'Alpe di Siusi in 6 imperdibili tappe
Scritto il 2016-02-02
da Matteo Morichini
su
Feeling

Fonte: Matteo Morichini

Magica, silenziosa, bellissima e sospesa tra cielo e neve. Benvenuti all'Alpe di Siusi; l'alpe più grande e poetica d'Europa; una distesa di bianco che dai piedi del Sasso Lungo si estende fino allo Sciliar e la Bullaccia tra boschi, morbide colline, alture, baite storiche e pareti di rocce rosa. L'Alpe di Siusi domina la Val Gardena, è parte del comprensorio Dolomiti Super Ski e rientra tra le cose da vedere almeno una volta nella vita.

Fonte: Matteo Morichini

Verso lo Sciliar

Verso lo Sciliar

1: Quando il sole illumina l'altipiano d'immenso, andate alla Malga Schgaguler di Laurin Demetz e scoprite l'Alpe di Siusi a bordo delle tipiche slitte tirolesi trainate dai cavalli. Un'esperienza unica che coniuga relax, comfort e paesaggi meravigliosi.

2:  Sciate dallo Sport Hotel Sole  - indirizzo storico dell'Alpe di cui abbiamo già scritto - passando per Punta d'Oro (dove si può sfidare la gravità nel chilometro lanciato) e il Floralpina fino a raggiungere lo Zalinger; uno dei rifugi più spettacolari di tutte le Dolomiti costruito accanto ad una suggestiva chiesa ed al cospetto del monumentale Sasso Piatto.

Fonte: Matteo Morichini

Chiesa allo Zalinger

Chiesa allo Zalinger

3: Mangiate alla Malga Ghostner; baita gourmet dove le specialità della casa sono la zuppa di fieno servita nel pane e un ossobuco con polenta da perdere il lume della ragione.

Fonte: Matteo Morichini

L'osso buco della Malga Ghostner

L'osso buco della Malga Ghostner

4: Panorami da urlo, adrenalina, velocità. Scapecollrsi giù dalla Bullaccia con lo slittino nell'apposita pista è un esperienza fantastica.

5: Le passeggiate dell'Alpe di Siusi sono tutte memorabili; il percorso più suggestivo è probabilmente quello che dall'Hotel Sole arriva al MontePana.

Fonte: Matteo Morichini

Passeggiare all'Alpe di Siusi

Passeggiare all'Alpe di Siusi

6: Scoprite le baite storiche dell'Alpe come Sanon  - struttura del 1600 - e la Malga Schgaguler dove il formaggio fresco servito con sale e olio e le uova con lo speck non hanno rivali.

Fonte: Matteo Morichini

Scorci dell'Alpe di Siusi

Scorci dell'Alpe di Siusi

L'Hotel Sport Hotel Sole è uno degli indirizzi storici della Val Gardena e l'albergo con più fascino dell'Alpe di Siusi; maestoso altipiano circondato dalle spettacolari Alpi dolomitiche e parte del fantastico comprensorio Dolomiti SuperSki.  Nell'ultimo decennio, le strutture recettive dell'Alpe sono spuntate come funghi, ma per posizione, charme e ospitalità, lo Sport Hotel Sole resta una garanzia. Il più grande bonus dell'Hotel Sole è la straordinaria vista da buona parte delle stanze e dagli spazi comuni quali sala colazioni, terrazza e zona benessere.  L'albergo è proprio davanti ad una pista da sci - dalla quale partono tutti i collegamenti per l'Alpe di Siusi -  ed accanto alla seggiovia (quindi è comodissimo per arrivare a Ortisei). Inoltre, dalle cinque del pomeriggio in poi, quando gli impianti chiudono e gli sciatori tornano a valle, gli ospiti possono godersi in santa pace gli straordinari panorami che circondano l'albergo. Solo pernottando all'Hotel Sole si possono organizzare escursioni in slitta al tramonto o passeggiate al chiaro di luna per poi tornare nelle calde e comode stanze dell'albergo. Ristrutturato un paio di stagioni con un ampio utilizzo di legno e vetri, i i lavori hanno reso lo storico albergo della famiglia Burgauner ancora più elegante, confortevole e lussuoso. Da alcune stanze, i panorami del'Alpe di Siusi sono visibili anche dalla vasca; il riscaldamento è integrato nel pavimento e tutte le camere sono dotate di spazi open space con qualche tocco di design nord europeo. In altre parole allo Sport Hotel Sole si sta che è una bellezza. Gli sciatori hanno il circuito Dolomiti SuperSki a cinque metri dall'alloggio, gli amanti della natura possono cimentarsi in meravigliose passeggiate e chi sogna di poltrire troverà armonia, silenzio ed un'eccellente spazio wellness con vista del Passo Sella, Sasso Lungo, Sasso Piatto e Sciliar. Ultimo e non meno importante, lo Sport Hotel Sole è un affascinante indirizzo per tutte e quattro le stagioni  - rimosso dal caos e dal frastuono quotidiano - e che mette i propri ospiti a stretto contatto con una natura magica e ancora incontaminata.  

Viaggi - Ontheroad

Il 2015 è stato avaro di ponti ma il riscatto sta per arrivare con la Festa dell'Immacolata dove avremo a disposizione ben quattro giorni (dal 4 all'8 Dicembre) da dedicare a ozio, cibo e turismo. Un'ottima occasione per prenotare subito una camera in uno di questi dieci stupendi indirizzi di charme nel nord Italia. 1: Alpe di Siusi - Con la neve o senza, l'Alpe più grande d'Europa resta un luogo di grande bellezza e suggestioni.  Prenotate una camera all'Hotel Sole - indirizzo storico della Val Gardena - oppure all'Adler Mountain Lodge. Due magnifici alberghi d'alta quota e avvolti dal silenzio e aria frizzantina per ricaricare le batterie tra lusso, natura e benessere. 2: Cogne e Courmayeur - Dall'Alto Adige ci spostiamo in Valle d'Aosta e più precisamente a Cogne, per un soggiorno all'Hotel Bellevue; elegantissimo Relais&Chateaux  al cospetto del Gran Paradiso con una delle Spa più belle d'Italia. A Courmayeur invece l'indirizzo da non perdere è l'Auberge de La Maison di Entreves. 3: Milano - La città meneghina sta vivendo un nuovo rinascimento e adesso che l'Expo è stato consegnato ai posteri, sarà più facile trovare posto nello sfarzoso Palazzo Parigi della collezione The Leading Hotels of the World oppure al sempre straordinario Four Seasons. 4: Venezia - Sulla ressa che invade quotidianamente la Serenissima c'è ben poco da fare ma il Belmond Hotel Cipriani alla Giudecca e il fascinoso Hotel Gritti affacciato sul Canal Grande sono due sontuose oasi dove trascorrere qualche ora di lussuosa quiete nella città più preziosa del mondo. 5: Emilia Romagna - Le squisite specialità regionali sono perfette per gli ultimi scampoli d'autunno. Le città d'arte abbondano e se scegliete di pernottare a Bologna, l'indirizzo di riferimento è l'Hotel Majestic "già" Baglioni; unico cinque stelle dell'Emilia dove vengono dedicate particolari attenzione alla qualità del sonno degli ospiti. 6: Firenze - Meta scontata, certo, ma non per questo meno appetibile. Con più giorni a disposizione, oltre al capoluogo Toscano con la sua infinita lista di beni culturali, potete visitare in giornata Fiesole, il Chianti e il Mugello. E per restare in tema con i capolavori circostanti e dormire in atmosfere rinascimentali, consigliamo il Four Seasons oppure Villa San Michele.

Viaggi - Ontheroad

Non c'è dubbio, la crisi economica si fa sentire anche nella scelta della vacanza da fare. Il discorso valeva per le vacanze estive e anche per quelle invernali sciistiche. La buona notizia, però, è che secondo i dati dello studio Skipass Panorama Turismo, promosso dall’Osservatorio italiano della Montagna Bianca, la cosiddetta "settimana bianca" sta tornando in auge. Dopo un biennio di prevalenza del long-weekend, infatti, si torna a passare almeno 5 giorni nelle località sciistiche, italiane ed estere. In calo il budget a disposizione, ma è anche vero che le offerte e l'organizzazione anticipata della settimana bianca sulla neve permettono di risparmiare senza fare troppe rinunce. Tante le mete da poter scegliere. Cervinia, in Valle d'Aosta, rappresenta una delle più gettonate in Italia da chi ama la neve, gli sport invernali e i panorami mozzafiato. Per le sue piste è possibile acquistare lo Skipass Online, evitando file in biglietteria e risparmiando tempo e denaro. Tra le più ambite anche le Dolomiti, fino alla loro estensione in Austria. Tanti i pacchetti soggiorno offerti nelle tantissime località sciistiche delle Dolomiti e anche in questo caso la possibilità di acquistare online lo Skipass, giornaliero o stagionale, per sfruttare in pieno gli impianti del Superski dolomitico. La settimana bianca,non deve essere per forza un lusso per gli italiani. Grazie alle tante offerte è possibile regalarsi una vacanza di relax e sport sulla neve senza spendere una fortuna.    

Viaggi - Comunicablog