LIFESTYLE
Ritorno alle origini: la Targa Gts nelle strade della Targa Florio
Scritto il 2015-05-04
da Matteo Morichini
su
Come muoversi

Fonte: Matteo Morichini

Anno 1965; Porsche elabora un nuovo tipo di architettura applicata all'automobile e presenta al mondo la 911 Targa. Innovazione certo, ma anche affettuoso omaggio alla Targa Florio con cui la casa di Zuffenhausen - che con 11 trionfi è il costruttore più titolato nella spietata corsa stradale nel Parco delle Madonie - ha una relazione molto speciale e quasi simbiotica. Anno 2015; Porsche riporta la Targa in Sicilia e per meglio festeggiare i primi 50 anni di uno dei suoi modelli più amati - che nella versione 991 permette di viaggiare a cielo aperto al tocco di un pulsante - lancia la prima 911 Targa 4 Gts della storia.

Fonte: Porsche Press

Nel Parco delle Madonie con la Targa Gts

Nel Parco delle Madonie con la Targa Gts

Tre lettere per un nuovo record dato che la Gts - spinta dal 3.8 litri boxer da 430 cavalli che permette di scattare da 0 a 100 in 4.5 secondi e spingere il tachimetro appena oltre i 300 orari - è la Targa più veloce di sempre. Primato che in perfetta filosofia Porsche, e come per la Panamera, la Cayenne, la Cayman, la Boxster e tutte le 911, nulla sottrae a comfort e facilità d'utilizzo. Un aspetto fondamentale per godersi l'auto in più occasioni e per più giorni possibili, perchè con la Targa Gts, l'unica cosa che vorrete fare è guidare, guidare e poi guidare ancora.

Fonte: Porsche Press

Scorci dal Parco delle Madonie

Scorci dal Parco delle Madonie

La Targa Gts ha anche 4 ruote motrici, che da un lato contribuiscono ad un aumento di peso (circa 80kg) ma dall'altro garantiscono quantità industriali di trazione anche quando l'asfalto - tipo quello affrontato nel Revival della Targa Florio - ha lo stesso grip di una lastra di marmo insaponata. A ciò si aggiungono ammortizzatori adattivi che modificano l'assetto a seconda delle preferenze (normale, sport e sport plus) e il pacchetto sport crono che prepara l'auto alla modalità full power accelerando la risposta di sterzo, cambio pdk a doppia frizione e motore che ad alti regimi sprigiona una colonna sonora pazzescamente goduriosa.

Fonte: Porsche Press

Il mare della Sicilia, l'eleganza della Porsche Targa Gts

Il mare della Sicilia, l'eleganza della Porsche Targa Gts

In bilico tra sportiva coupè e raffinata grand tourer, la Targa Gts ha dalla sua un altro macroscopico bonus; quello di saper nascondere il tetto rigido sotto la struttura in vetro in pochissimi secondi con un complesso meccanismo elettronico che è un altro piccolo capolavoro firmato Porsche. A velocità autostradali, con il frangivento alzato, le turbolenze nell'abitacolo sono davvero minime, mentre nei percorsi misti - come ad esempio nelle tortuose strade del Parco delle Madonie - guidare la Targa  diventa un esperienza sensoriale a 360 gradi.

Fonte: Porsche Press

L'elegante e armonica silhouette della Porsche targa Gts

L'elegante e armonica silhouette della Porsche targa Gts

Il tatto è appagato dall'assoluta qualità dei materiali e dall'ineccepibile assemblaggio; la vista è continuamente sollecitata dai panorami come dal profilo del cofano, all'udito ci pensa il 6 cilindri boxer mentre l'olfatto avverte tutti gli inebrianti profumi della Sicilia a pastelli primavera. Mettiamo poi che dopo 400 km di estenuanti curve ed infiniti avvallamenti i lombi non sono infiammati grazie alla perfetta ergonomia dei sedili, che l'abitacolo è spazioso, lineare e con tutto al posto giusto, e che ogni cambio di direzione è pura gioia per ottenere un esperienza molto vicina alla perfezione.

Fonte: Porsche Press

Gli interni della Targa Gts sono un perfetto mix di tecnologia, funzionalità e materiali pregiati

Gli interni della Targa Gts sono un perfetto mix di tecnologia, funzionalità e materiali pregiati

Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di guidare praticamente ogni singola Porsche in commercio e devo ammettere che ogni modello della casa di Zuffenhausen mi ha stupito per l'equilibrio complessivo, per il piacere che si prova al volante, per l'ineccepibile tecnica e per l'armonia di forme e geometrie. La Targa Gts- con le sue linee eleganti e la bella storia che l'accompagna - naturalmente non fa eccezione. E guidarla nelle stesse strade in cui è stata concepita ha quel valore aggiunto e quel sapore nostalgico che solo il ritorno alle tradizioni ed i richiami alla storia sanno trasmettere.

Fonte: Matteo Morichini

Le tribune di Cerda; incipit e traguardo della Targa Florio

Le tribune di Cerda; incipit e traguardo della Targa Florio