LIFESTYLE
Walter de Silva racconta la nuova VW Passat
Scritto il 2014-10-22
da Matteo Morichini
su
Interviste

Fonte: VW Press

Se il nome vi giunge nuovo, è bene sapere che Walter dè Silva sta al design automobilistico come i Pink Floyd alle sinfonie rock-psichedeliche e Magritte al surrealismo. In altre parole, nel mondo è difficile trovare di meglio nelle rispettive discipline. Dè Silva - una vita dedicata all'armonia delle proporzioni - ha lavorato in Fiat e in Alfa Romeo e dal 2007 è il capo del Centro Stile del Gruppo Volkswagen dove supervisiona il design di tutti i marchi (Bugatti, Porsche e Lamborghini incluse) del colosso di Wolfsburg.

Fonte: VW Press

La Passat a matita

La Passat a matita

Nel 2010 dè Silva ha vinto il Design Award per la sinuosa Audi A5 e negli anni successivi è riuscito nell'impresa di reinventare e migliorare due capolavori di concretezza e funzionalità (cosa ben più difficile che disegnare una supercar tra l'altro) come la Golf e la Polo. L'ultima fatica del designer di Lecco, con cui abbiamo scambiato quattro chiacchere la settimana scorsa in Sardegna, è la nuova Passat - auto bella e funzionale di cui va particolarmente orgoglioso - presentata nel fascinoso Romazzino in Costa Smeralda

Fonte: VW Press

La Passat con l'Hotel Romazzino come sfondo

La Passat con l'Hotel Romazzino come sfondo

Dott. Dè Silva, sembra emozionato dalla "sua" Passat.

Lo sono. Ne ho avuta una negli anni 80' e devo dire che sono molto fiero e onorato di aver potuto contribuire all'ottava generazione dell'assoluto best-seller Volkswagen.

Guarda la nuova Passat e cosa vede?

Forme scultoree, giochi di luci ed ombre, raccordi ineccepibili, linee rette e ininterrotte alternate a  curve più sinuose con davanti un linguaggio che si sviluppa orizzontalmente e verso la totale integrazione delle luci con la griglia.

Fonte: VW Press

Le due architetture Passat

Le due architetture Passat

Quali erano le linee guida del progetto Passat?

Innanzitutto è importante capire che questa è un auto completamente nuova e che le architetture berlina e variant sono nate insieme, e non prima una e poi l'altra. Per noi la grande sfida è disegnare prodotti senza tempo com'è accaduto con la Golf, dalla quale la Passat eredita la linearità.

Solo l'eleganza non tramonta mai è d'accordo?

Assolutamente si. E per essere eleganti bisogna eliminare tutto ciò che è eccesso concentrandosi su chiarezza e semplicità. Il prodotto VW deve riflettere i valori del marchio. La nostra forza e la nostra differenza, è essere allergici all overdesign.

Fonte: VW Press

Gli interni della nuova Passat

Gli interni della nuova Passat

La nuova Passat, solida, efficiente, tecnologica e rigorosamente understated, arriverà sulle strade italiane a Dicembre con nove nuovi motori Euro 6 tra cui un eccellente biturbo 2000 Tdi da 240 cavalli.