LIFESTYLE
GTE Hybrid; Le Mille e una Golf
Scritto il 2014-09-17
da Matteo Morichini
su
Presentazioni

Fonte: VW Press

Pochi giorni fa ho provato la Golf GTE nella maniacalmente ordinata Zurigo; città sicuramente giusta per testare un auto ibrida date le feroci restrizioni relative ai limiti di velocità (tipiche dell'intransigente Svizzera) e qualche  bella strada nei colli attorno al lago per provare l'handling della prima plug-in hybrid by Golf. Ma andiamo per ordine partendo dai numeri - sempre importanti - che danno il metro della potenza di fuoco del colosso di Wolfsburg. Con l'arrivo dell'alimentazione plug-in hybrid, la Golf diventa infatti la prima auto al mondo ad offrire quasi tutti i tipi di propulsione (diesel, benzina, metano, elettrica ed ibrida) ai propri clienti, che possono anche scegliere tra diversi tipi di architetture (classica, variant, sportsvan).

Fonte: VW Press

Alla guida delle GTE sul lago di Zurigo

Alla guida delle GTE sul lago di Zurigo

La Golf GTE arriverà in'Italia a Gennaio con prezzi intorno ai 37,000 euro e devo dire che per sensazioni al volante e tecnologia è più vicina - facendo ovviamente le debite proporzioni - alla Panamera Hybrid piuttosto che ad una Toyota Prius. I due motori (il 1.4 TSI a benzina e quello elettrico) lavorano e si alternano in totale armonia; in città, partendo con le batterie completamente cariche (operazione che può essere effettuata con la presa di casa) bastano 1,6 litri (più il costo dell'elettricità) di carburante per coprire 100 km. E la prima metà dei quali è percorribile in totale silenzio e con emissioni pari a zero.

Fonte: Matteo Morichini

La GTE nelle strade del Lago di Zurigo

La GTE nelle strade del Lago di Zurigo

Poi, quando si ha voglia di correre, basta premere il pulsante GTE accanto al cambio DSG ed i cavalli a disposizione sono ben 204 per 350 newtonmetri di coppia. E quindi si passa da 0 a 100 in 7,6 secondi fino a un velocità massima di 217 orari.  Prestazioni da piccola sportiva con un feeling al volante  vicino - ma non certo uguale - a quello della GTI da 200 cavalli. La GTI è infatti più agile, leggera, reattiva e frizzante. Più hot hatcback insomma, anche se ovviamente consuma molto ma molto di più della GTE. Che ha un'autonomia totale di su per giù 940 km, ed in questo caso, mettendo la leva del cambio in posizione B, che ricarica le batterie ad ogni rilascio (e sempre in frenata) la media consumi si aggira attorno ai 25km con un litro.

Fonte: VW Press

Gli interni tartan della Golf GTE

Gli interni tartan della Golf GTE

La GTE mi è piaciuta anche per i dettagli estetici, con lampi blu su calandra, sigla e interni, dove anche la classica tappezzeria tartan, è stata riadattata alle cromie che VolksWagen associa ad ecologia ed eco-compatibilità. Insomma un gran bel prodotto anche se sicuramente di nicchia.