LIFESTYLE
Storia del prosciutto più antico del mondo
Scritto il 2014-03-01
da Matteo Morichini
su
Dove mangiare

Fonte: Matteo Morichini

Saint-Rhemy-en-Bosses è un posto affascinante e parecchio “cool”; distante dalla mondanità, dagli abiti griffati e dalle folle. Lo abbiamo visitato in occasione dell’evento “No-Limits” organizzato da Renault, casa sempre attenta alla cultura, per dimostrare le qualità off-road della Dacia Duster 4x4 (di cui abbiamo ampiamente scritto) scoprendo un sacco di cose interessanti relative a cibo e turismo.

Fonte: Matteo Morichini

Saint Rhemy

Il piccolo paese è costellato di antichi masi in pietra, è adagiato s’un pendio e si sviluppa lungo la via Francigena; quella costruita dagli antichi romani 2000 anni per avvicinare l’Inghilterra alla capitale dell’Impero. In questo articolo i romani centrano molto, perche scopiazzando alcune tecniche per il mantenimento dei cibi dagli antichi greci, furono tra i primi a mettere a punto un sistema per non far irrancidire le proteine animali. Scoperta fondamentale per sostentare truppe e legionari durante le infinite campagne militari che nel processo creò una sorta di prosciutto ante-litteram.

Fonte: http://www.informazione.it/

JB24

Il prosciutto è ormai un patrimonio gastronomico dell’umanità, e se questo salume vi fa impazzire, alle porte di Saint Rhemy, nel cuore della Valle del Gran San Bernardo a 1600 metri di altezza, viene prodotto il prosciutto, o meglio il Jambon più costoso d’Italia non che il prosciutto più antico del mondo. Un prodotto strepitoso che raggiunge l’apice dopo 18 mesi di stagionatura e viene venduto soprattutto all’estero. Si chiama Jambon de Bosses e nel suo sapore dolce e aromatico, ottenuto tenendolo sotto tanto sale per poco tempo, sono custoditi i segreti di una tradizione millenaria. Racconti intrisi di cultura, storia e guerre combattute attorno a un alimento che oggi diamo per scontato - il sale - che un tempo, come nel 1397 quando fù inventato il Jambon de Bosses, aveva una via tutta sua e pagava dazi doganali da capogiro, tanto era importante. Insomma se vi piace il prosciutto, il Jambon de Bosses DOP, con il suo colore rosso scuro ed un gusto profumato, delicato e davvero unico, ma davvero davvero unico va assolutamente provato. E siccome anche il luogo dove viene prodotto è molto interessante (i dettagli racconteremo nel prossimo articolo, il viaggio alla scoperta del Jambon de Bosses è consigliato a chiunque ami le montagne, la natura, il silenzio e i buon cibo.