LIFESTYLE
Ribollita, pappa e peposo; il gusto del Chianti
Scritto il 2013-11-27
da Matteo Morichini
su
Dove mangiare

Fonte: Matteo Morichini

Essendo il Chianti una delle zone più turistiche del pianeta l'offerta gastronomica abbonda e la qualità non sempre tiene fede a ciò che ci aspetta dalla tradizione culinaria Toscana. Noi suggeriamo due indirizzi; Osteria la Gramola a Tavernelle Val di Pesa e Trattoria La Toppa a San Donato.

Fonte: Matteo Morichini

La Toppa di San Donato

La Toppa è un grazioso ristorantino a conduzione famigliare nella via principale del paese. Tra i tanti piatti tipici, quello che non dovete assolutamente perdervi sono le pappardelle all'anatra. Il volatile viene cucinato a fuco lento con chiodi di garofano, anice e profumi inebrianti, mentre le pappardelle dai bordi zigrighinati hanno una consistenza unica ed un sapore straordinario.  

Come straordinario è tutto il menù della Gramola dove ci sono tanti turisti (quasi tutti provenienti dal Castello del Nero ndr) e la tradizione toscana preparata a "modino" utilizzando olii eccellenti, verdure con il sapore di verdure ed ingredienti di primissima scelta. Cose che fanno tutta la differenza del mondo perche a Firenze e dintorni (intesi come Chianti, Val D'Orcia, Mugello) quasi tutti propongono ribollite, pappa al pomodoro e peposo, ma quelli dell'Osteria la Gramola sono decisamente superiori alla media. Il servizio è attento e amichevole, la cantina ampia, con prezzi abbordabili, i dessert buoni e tutta l'esperienza rilassante e piacevole.

Dopo aver visitato castelli, ville medicee, torri saracene sospese sul tirreno, borghi antichi, palazzi padronali e monasteri trasformati in hotel extralusso, OnTheRoad ha preparato una short-list delle cinque strutture che non dovete assolutamente perdervi in Toscana; ed ecco qui la nostra top-five: Villa San Michele a Fiesole, Villa La Massa a Bagno a Ripoli, la Torre di Talamonaccio, il Fonteverde Spa di San Casciano e la Canonica di Cortine nel Chianti, a cui dedichiamo questo articolo. La Canonica di Cortine, circondata da vigne, olive e cipressi, è una sontuosa tenuta inserita tra le Dimore Storiche d'Italia. Un piccolo borgo intelligentemente restaurato in modo da preservarne lo charme e dove la sensazione predominante è quella di essere tornati indietro nel tempo. Un posto molto speciale. Rimosso da frenesia e rumori, che trasmette quiete, benessere e tranquillità non appena varcati i cancelli. E così per le stanze, tutte diverse tra loro e tutte spaziose, finemente arredate e confortevoli. Nel giardino, interamente raggiunto dal wi-fi, sono dislocate tre costruzioni (Appartamenti, la Villa e il B&B), vari gazebo, sdraio, poltrone in cui leggere ed un'invitante piscina con vista Chianti da godersi in primavera/estate. Risalente alla prima metà dell'anno 1000 (1037), la Canonica di Cortine nasce come Corte e diventa, nel medioevo, un importante snodo tra Firenze e Roma. La zona è ricca di reperti storici con memorie etrusche, romane e della toscana pre-Rinascimento. Il borgo è anche uno splendido esempio di architettura "Lorenese" ed è legato a doppio filo con le necessità agrarie, come si evince anche dal frantoio all'interno della tenuta, dove l'elemento più "contemporaneo" è  il campanile del 1800.   Le Cortine di Canonica è una lezione di storia ed un magnifico posto in cui trascorrere un weekend all'insegna di cultura, natura ed eno-gastronomia. Per prenotazioni andate sul sito http://www.chianticortine.it/ e se possibile raggiungete la tenuta con una macchina divertente da guidare tipo la VW Golf Gti, perchè il Chianti ha vitigni, cipressi, castelli, boschi, olivi, arte e borghi storici, ma anche un sacco di strade "giuste".    

Viaggi - Ontheroad