LIFESTYLE
Peugeot 208 Gti: Grande divertimento, prezzi contenuti
Scritto il 2013-10-11
da Matteo Morichini
su
Feeling

Fonte: Matteo Morichini

Ci è piaciuta molto la Peugeot 208 GTi, a livello estetico, meccanico e sopratutto per il feeling che si ha una volta impugnato il volante, piccolo come diametro, bello consistente al tatto e molto preciso in curva.  La 208 Gti è quella che gli anglo-sassoni definiscono una "hot hatchback". Cioè una compatta dedita alla velocità che unisce buone performance con discrete capacità di carico, spazio per quattro adulti ed ingombri contenuti. Al quale si aggiungono interni moderni e curati che giocano sulle tonalità del rosso e del nero, una strumentazione chiara e tecnologie fruibili con un funzionale navigatore touch screen e tutte le multimedialità che servono.

Fonte: http://1.bp.blogspot.com/

peugeot-208-gti-interni

Sopratutto, anche se in chiave contemporanea la 208 Gti riporta in superficie l'emozioni sprigionate dalla mitica 205 Gti.  Ovviamente la 208 è più sicura, più comoda, più razionale e con le assistenze elettroniche dei nostri giorni, ma l'essenza, il piacere di guida, il modo in cui l'auto ti fa sentire quando schiacci sull'acceleratore ed affronti le strade di montagna, sono giuste, remunerative, piacevoli. Sono quelle di un modello perfettamente riuscito, dove, è evidente sin dai primi attimi alla guida, tutti coloro coinvolti avevano ben chiaro in testa cosa quell'auto doveva essere. E cioè una piccola e grintosa sportiva con un senso del design molto sviluppato e costi contenuti in relazione al divertimento offerto.

Fonte: Matteo Morichini

foto

La Peugeot 208 Gti è spinta da un motore 1.6 turbo benzina in grado di erogare 200 cavalli tondi tondi. Partendo da fermi si toccano i 100 orari in meno di 7 secondi e s'un rettilineo abbastanza lungo abbiamo sfiorato i 230 orari. E l'auto sembrava perfettamente a suo agio.  Ma la velocità racconta solo una parte della storia, neanche troppo centrale e attinente al quotidiano. In Peugeot per esempio non hanno commesso l'errore di eccedere con la tecnologia o equipaggiare l'auto con palette al volante per cambiare marcia (vedi Clio RS), che s'una hatchback hanno più o meno lo stesso senso di un maglione di lana norvegese invece di una camicia di lino a Ses Salinas a Luglio.

Fonte: Matteo Morichini

drving session 208 Gti

Il cambio manuale a sei marce è più coinvolgente, più vero ed in linea con il modello, ed è anche un modo di esprimersi. Ed al tempo stesso la 208 Gti è comoda e confortevole e non troppo dura sulle sconnessioni. Certo la concorrenza è agguerrita; la Clio RS è una scheggia, la Ford Fiesta ST è semplicemente sublime in pista ed ha un telaio eccellente, ma la 208 Gti gioca sull'equilibrio tra estetica, prestazioni, piacere di guida e praticità, ed in questo senso coglie in pieno la quintessenza delle hatchback. 

Fonte: Matteo Morichini

IMG_5698